Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Azione compiuta dai membri del movimento Rete

Catanzaro: i manifestanti bloccano l'accesso alla discarica

Chiusa la strada che porta alla discarica di Pianopoli

Catanzaro: i manifestanti bloccano l'accesso alla discarica
03/01/2011, 20:01

PIANOPOLI - La strada di accesso alla discarica di Pianopoli, in provincia di Catanzaro, nella notte è stata resa inaccessibile. Gli autori del blocco, sono un centinaio di persone appartenenti al movimento Rete per la difesa del territorio "Franco Nisticò".
Secondo quanto si legge anche sul Il Messaggero, i manifestanti hanno detto di aver operato la chiusura forzata della discaricha poichè "in una Calabria che ormai da quasi 15 anni vive l'esperienza del commissariamento per l'emergenza rifiuti, senza ad oggi prospettare uno straccio di soluzione, l'arrivo del nuovo anno significherà l'arrivo di un'enorme quantità di rifiuti da tutta la regione in quella che praticamente è l'unica discarica attiva: Pianopoli". 
"La politica tutta - si denuncia quind in una nota diffusa dagli attivisti del movimento - riconosce solo discariche e inceneritori, molto proficui per chi li gestisce, ma molto dannosi per la salute dei calabresi".

IL BLOCCO E' STATO ELIMINATO
Verso le 9 di questa mattina, però, sul posto sono arrivati i carabinieri del Nucleo operativo ecologico. Grazie all'intervento dei militari, la protesta è terminata con la sospensione immediata del blocco operato durante la notte precedente. Gli attivisti hanno deciso di dare ascolto alle autorità dopo che queste ultime hanno assicurato di controllare con cura il contenuto dei camion carichi dell' immondizia che sarebbe stata depositata in discarica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©