Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Visita del presidente della Commissione Bicamerale

Cava Sari, Pecorella: "Situazione drammatica"


Cava Sari, Pecorella: 'Situazione drammatica'
16/11/2010, 14:11

TERZIGNO - Si attendeva la parola ultima sulla situazione rifiuti nell’area vesuviana. A scandirla è stato Gaetano Pecorella, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull'ecomafia, intervenuto questa mattina a Terzigno. Non una visita di piacere, la sua, ma di controllo. Si attendevano le parole ultime dopo le tante proteste dei cittadini, e dopo l’impegno preso da Pecorella con i sindaci di Boscoreale e Terzigno lo scorso 21 ottobre. Dei due, questa mattina, a Cava Sari era presente solo Domenico Auricchio, primo cittadino di Terzigno. Lui che appena ieri aveva firmato l’ordinanza di chiusura della discarica, poi duramente contestata dal presidente della provincia di Napoli, Luigi Cesaro. Anche per questo, le parole di Pecorella avevano un peso rilevante. Un peso che non si è alleviato dopo il sopralluogo del presidente della commissione bicamerale.   “La situazione è grave – ha commentato Pecorella dopo il sopralluogo fatto a Cava Sari e a Taverna del Re – Le discariche sembrano esaurite o sicuramente vicino all’esserlo. Drammatica è la visione delle montagne di rifiuti coperti, rispetto ai quali servono i termovalorizzatori''.
Dopo il sopralluogo di Terzigno, Gaetano Pecorella si è recato alla Prefettura a Napoli, dove si sono svolte le audizioni di magistrati e amministratori locali sulla situazione dei rifiuti. Uno primo cambiamento sul locale. Fatto con la dovuta consapevolezza che la situazione di entrambe le discariche vesuviane richiede una strategia ampia.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©