Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

devasta bar e tenta di investire due giovani

Cave: arrestato un 35enne per tentato omicidio


Cave: arrestato un 35enne per tentato omicidio
14/05/2011, 12:05

ROMA - Dopo aver messo a soqquadro un bar, è salito a bordo della sua jeep ed ha investito due giovani. E' accaduto a Cave dove un 35enne del luogo, giunto a bordo di un fuoristrada, è entrato nel locale e, senza apparente giustificazione, dopo aver infastidito la barista, ha iniziato ad inveire contro questa e altri avventori.
Due giovani hanno quindi tentato di calmarlo ma l'uomo li ha minacciati con un martello nel frattempo prelevato dalla vettura. Non contento, è salito in macchina scagliandosi contro alcuni tavolini posti all'esterno del bar per poi fare retromarcia e ripartire investendo questa volta i due giovani che poco prima avevano tentato di placarl.
Preso ormai da un raptus incontrollabile, l'uomo ha effettuato una ulteriore retromarcia, ha investito nuovamente entrambi i feriti che giacevano a terra e solo dopo questa ennesima manovra sconsiderata ha deciso di andarsene a bordo del veicolo a tutta velocità.
Sul posto sono subito accorse tutte le pattuglie della Compagnia di Palestrina disponibili che hanno trovato una scena raccapricciante. L'esterno del bar era devastato e i due giovani giacevano ancora per terra.
I militari, dopo aver identificato l'aggressore, hanno iniziato una ricerca serrata sia presso la sua abitazione, dove hanno rinvenuto la sua autovettura, tutta ammaccata ed ancora col motore caldo, sia in tutto il territorio della Compagnia di Palestrina. Numerose sono state le perquisizioni effettuate presso parenti e conoscenti dell'uomo, protrattesi per tutta la nottata e la mattinata seguente. Le ininterrotte ricerche nei confronti dell'uomo lo hanno finalmente convinto a consegnarsi accompagnato del suo avvocato di fiducia presso la caserma di Cave dove è stato arrestato e dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di Roma Rebibbia.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©