Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CECCHI GORI TORNA IN LIBERTA', LO ASPETTANO TRE PENDENZE GIUDIZIARIE


CECCHI GORI TORNA IN LIBERTA', LO ASPETTANO TRE PENDENZE GIUDIZIARIE
06/10/2008, 17:10

Torna libero Vittorio Cecchi Gori. E con lui un suo collaboratore, Luigi Barone. Lo ha deciso il gip di Roma Guicla Mulliri accogliendo l'istanza di revoca dei domiciliari avanzata dai difensori Antonio Fiorella e Carlo Marchiolo. L'ex patron della Fiorentina e il suo collaboratore erano finiti in carcere lo scorso 3 giugno con l'accusa di bancarotta fraudolenta.

L'8 luglio Cecchi Gori aveva ottenuto di essere ricoverato in clinica per disturbi e il 26 luglio gli erano stati concessi gli arresti domiciliari. Il produttore cinematografico attualmente ha 3 pendenze processuali a Roma. Una riguarda il fallimento della FinMaVi e il 14 ottobre prossimo il giudice Adele Rando deciderà sulla richiesta del rinvio a giudizio.

Per il fallimento della Safin, invece, il processo si svolgerà il 5 dicembre prossimo davanti alla prima sezione del tribunale penale di Roma. Con Cecchi Gori, che dovrà rispondere di bancarotta per distrazione, saranno processati anche Barone, Vittorio Micocci, Ettore Parlato e Alessandro Mattioli ed Edoardo De Memme.

Mentre il 16 dicembre tornerà all'esame del giudice una vicenda nella quale il produttore è accusato di percosse e minacce a Valeria Marini.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©