Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Celebrata ad Avellino la ricorrenza di san Matteo, patrono della Guardia di Finanza


Celebrata ad Avellino la ricorrenza di san Matteo, patrono della Guardia di Finanza
16/09/2011, 17:09

Con una sentita cerimonia presso quel bellissimo gioiello sacro che è la chiesa di Sant’Anna della centralissima Piazza del Popolo, il Comando Provinciale di Avellino ha stamane ricordato l’avvicinarsi della festività di san Matteo, patrono della Guardia di Finanza.

La celebrazione eucaristica è stata anticipata di qualche giorno rispetto alla data del 21 settembre in relazione alla volontà del Comandante Provinciale di esser presente: da lunedì prossimo, infatti, il colonnello Imparato sarà assente per 12 giorni da Avellino per la trasferta a Bruxelles nell’ambito del programma d’interscambio operativo fra funzionari di polizia degli Stati membri dell’Unione Europea (CEPOL - Exchange Programme 2011) che già aveva visto la presenza in Italia, nel decorso mese di agosto, del funzionario della Polizia Belga mr. Guy Goudesone.

In un clima di serena sacralità la santa messa, officiata dal Vicario Generale della Diocesi di Avellino, monsignor Sergio Melillo, ha visto la partecipazione di militari di tutti reparti delle Fiamme Gialle irpine e di una folta rappresentanza dei finanzieri in congedo della Sezione di Avellino dell’ A.N.F.I. - Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

Il comandante provinciale, unito ai suoi uomini nel ricordo del santo patrono, come già negli anni scorsi ha voluto che alla cerimonia odierna partecipassero solo le Fiamme Gialle onde celebrare “in famiglia” la particolare ricorrenza, senza il protocollo e le formalità che la presenza di autorità esterne avrebbero comportato.

Al termine della celebrazione eucaristica, prima della benedizione finale di don Sergio, il colonnello Imparato ha preso la parola per qualche minuto e, dopo aver sottolineato l’importanza della memoria non come rituale ma come partecipazione nel quotidiano dei valori tramandati, ha espresso parole di ringraziamento al Vicario Generale per la disponibilità e la vicinanza al Corpo mostrate nella circostanza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©