Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Comune di Napoli depone una corona di fiori

Celebrazione per i 44 anni della morte di Totò


.

Celebrazione per i 44 anni della morte di Totò
15/04/2011, 14:04

NAPOLI – È forse “malafemmena” la canzone che più di altre in assoluto ha colpito, quasi folgorato, il cuore dei tanti napoletani e non solo, che da oltre cinquant’anni la canticchiano con amore. Il perché? Presto detto. A scriverla ed a musicarla il celebre principe della risata, Antonio De Curtis, in arte Totò. Sono passati 44 anni, da quel triste 15 Aprile del lontano 1967, ma il suo ricordo è vivo e vegeto nella memoria di tutti. Una grandissima umanità ed una geniale comicità, le armi in più del primo cittadino della Sanità, che ha rappresentato meglio di ogni altro le difficoltà ma allo stesso tempo l’ingegno dei partenopei nei confronti delle mille avversità della vita.
Per ricordarlo, alla presenza della figlia Liliana e delle istituzioni, nel cimitero del Pianto presso la cappella di famiglia è stato deposto un cuscino di fiori, omaggio del Comune di Napoli per il suo più celebre figlio. Una cerimonia breve, alla quale hanno partecipato molti cittadini e poi loro: tre persone che da anni, con grande devozione, si occupano della sua tomba.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©