Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Cercano di saccheggiare albergo in via Galileo Ferraris: 4 arresti


Cercano di saccheggiare albergo in via Galileo Ferraris: 4 arresti
30/12/2011, 16:12

Questa mattina, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli, hanno arrestato Egidio Zucchini, 35enne di Casalnuovo (Na), Salvatore Fragliasso, 63enne, Gennaro Pollaro 32enne e Bruno De Leo 47enne, tutti e tre napoletani, per tentato furto aggravato in concorso tra loro e con altre persone non ancora identificate.

Verso mezzanotte e venti, i poliziotti sono giunti presso una grande struttura alberghiera di Via Galileo Ferraris dove era stata segnalata la presenza di ladri.

L’edificio, sotto sequestro e conseguentemente inattivo da due anni circa, è composto da 10 piani, con 275 camere ed aree comuni per un totale di 13000 metri quadrati, ed è inoltre dotato di tre ascensori che al loro arrivo, i poliziotti hanno trovati tutte ferme al 9° piano. Ignoti avevano infatti asportato 24 televisori LCD dalla camere e li avevano posizionati al loro interno. In una stanza dello stesso piano, sono stati rinvenuti attrezzi atti allo scasso. Poco dopo, sono state trovate un centinaio di bottiglie di vino e spumante dal valore di circa 4.000 euro che erano state asportate da una cantina vicina alle cucine.

Nella convinzione che i ladri fossero ancora all’interno dell’edificio i poliziotti, giunti sul posto molto numerosi, hanno circondato la struttura ed iniziato una meticolosa ispezione partendo dai piani inferiori e risalendo attraverso le scale.

Giunti nuovamente al nono, hanno scoperto che una delle stanze era chiusa e forzata la serratura hanno sorpreso all’interno e nascosti dietro un letto, Zucchini, Pollaro e De Leo, che senza opporre alcuna resistenza si sono lasciati arrestare.

Poco dopo è stato arrestato anche Fragliasso, scoperto dai poliziotti mentre provava a nascondersi al pian terreno dietro un container adibito a deposito.

I quattro arrestati, tutti con specifici precedenti di polizia, sono stati condotti in Questura e domani verranno processati con rito direttissimo.

Sono in corso indagini finalizzate alla identificazione e rintraccio dei complici.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©