Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sembra un normale annuncio di lavoro, ma non lo è

"Cercasi torturatore, paghiamo 21 mila sterline"


'Cercasi torturatore, paghiamo 21 mila sterline'
26/05/2012, 15:05

INGHILTERRA - Hanno destato stupore e raccapriccio alcuni annunci, pubblicati sui principali giornali britannici, che cominciavano con un "Il governo di uno Stato del Medioriente sta cercando un torturatore senior, per lavorare in una prigione ben attrezzata", con un salario fino a 21 mila sterline all'anno. E poi continua: "Il candidato ideale sarà preparato a infliggere estremo dolore e sofferenza. Sono richieste familiarità con apparecchiature mediche e dentistiche e serve anche la conoscenza dell'anatomia umana. Il lavoro quotidiano prevederà ferite da penetrazione, traumi da contusione, scosse elettriche, asfissia e rimozione traumatica di dita e arti. L'esposizione a fluidi corporei è inevitabile ma, se necessario, sarà fornito un abbigliamento protettivo. I candidati dovranno guidare un gruppo piccolo ma entusiasta ad andare oltre quello che è sempre stato creduto possibile".
Poi l'annuncio cambia stile di scrittura e dice: "Se questa può sembrare una barzelletta perversa è solo perché lavori come questo non sono di solito pubblicizzati. Ma questi lavori esistono e non c'è penuria di candidati". Poi spiega l'arcano: si tratta di una provocazione di una associazione no profit Freedom of Torture, che si occupa di aiutare chi è sopravvissuto alla tortura e chiede un aiuto economico per continuare la sua opera.
Una campagna decisamente pesante.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©