Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Cercola, oggi la Croce Rossa Italiana avrà una nuova sede


Cercola, oggi la Croce Rossa Italiana avrà una nuova sede
19/02/2011, 10:02

Da oggi la Croce Rossa Italiana avrà una nuova sede nel Comune di Cercola. Strategico per posizione, infatti il Comune si trova in un’area considerata a rischio per la presenza del Vesuvio, il nuovo centro può contare al momento su 26 volontari che svolgeranno la loro opera nell’ambito delle attività di protezione civile e socio-assistenziali oltre che nel campo abituale delle emergenze sanitarie.

Di seguito il discorso di apertura dell’avv. Stefania Pisciotta sub Commissario del Comitato CRI Campania: "Egr. Sig. Sindaco, rappresentati delle istituzioni, Volontari della Croce Rossa Italiana, oggi siamo qui per festeggiare una nascita: la nuova sede cri di Cercola rappresenta un evento per tutta la cittadina e i suoi abitanti; ed è un’occasione importante, per un’associazione internazionale quale la Crocerossa, per poter usufruire di uno spazio così ampio - quale quello rappresentato da uno dei Comuni più importanti dell’area vesuviana - per diffondere, impregnandone il tessuto sociale, i suoi indelebili principi.

La cittadinanza sa che in ogni momento potrà contare sulla volontà e il lavoro intenso di tanti volontari che dopo aver seguito un corso iniziale di preparazione metteranno a disposizione tutte le proprie energie solo e soltanto per il bene della comunità stessa: dall’intervento in caso di emergenza alle attività a favore delle fasce più deboli, ci sarà sempre un operatore CRI pronto a scendere in campo e a lavorare.

Dall’altro la Crocerossa avrà un palcoscenico privilegiato per esporre e mettere in pratica quei sette principi che da secoli ormai diffonde in tutto il mondo col solo scopo di permettere al genere umano di progredire: nei campi del volontariato, della solidarietà, dell’aiuto reciproco; giacché nella diversità delle razze, delle ideologie, delle culture e delle religioni una sola cosa è certa: siamo tutti uomini allo stesso modo, e quindi fratelli.

Oggi leggo nei vostri occhi entusiasmo ed emozione, voglia di mettersi al lavoro e quindi in discussione. Leggo un profondo senso di umiltà che è la chiave giusta per intraprendere un percorso impegnativo. Fra di voi poi - chi ne avrà la voglia - potranno esserci i futuri responsabili, quelli che occuperanno ruoli e competenze a livello locale, provinciale o regionale. Ebbene qualunque sarà il vostro destino vi auguro che non perdiate mai questo entusiasmo e questa umiltà del primo giorno. La Crocerossa non è di chi ha responsabilità istituzionale, tutt’altro. La sua volontà, lungi dall’essere l’applicazione dittatoriale di un suo personalissimo punto di vista, dovrebbe rappresentare la canalizzazione delle volontà dei singoli associati di cui egli è rappresentante. Ma per far questo è necessario che il vostro entusiasmo resti inalterato, la vostra umiltà rimanga genuina. Se ciò accadrà allora il vostro impegno sarà conforme a quei sette principi grazie ai quali oggi una cittadina così splendida come Cercola può vantarsi di una propria sede di Crocerossa. Non permettete mai che nelle istituzioni locali e in questi cittadini venga meno il loro orgoglio e il loro vanto"
.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©