Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

A trovare il corpo il convivente 22enne

Cerignola, 17enne albanese sgozzata: è giallo


Cerignola, 17enne albanese sgozzata: è giallo
11/03/2009, 21:03

Una scena agghiacciante. Un delitto feroce, e per il momento senza colpevole né movente. Gli inquirenti sono al lavoro per fare luce sull’omicidio di una giovane albanese, trovata sgozzata in casa sua nel primo pomeriggio di oggi in provincia di Foggia.

La ragazza, identificata come Aruska Sedana, diciassette anni, in Italia da poco meno di un mese, è stata ammazzata con una coltellata alla gola in un appartamento di via Pietro Giannone, a Cerignola. A trovare il corpo il suo convivente, il 22enne Gentian Smakay, anch’egli albanese. Il giovane, nel nostro Paese già da tempo, lavora in un’impresa di autodemolizione. Questa mattina era uscito alle nove per andare al lavoro. Al suo ritorno, intorno alle 14, ha trovato la ragazza riversa in una pozza di sangue. E’ stato lui ad allertare le forze dell’ordine.

Aruska Sedana indossava una tuta, la stessa con cui una vicina l’aveva vista questa mattina, mentre stendeva della biancheria.

Sul luogo dell’omicidio è arrivato anche il sostituto procuratore del tribunale di Foggia, Livia Giorgio, che dirige le indagini. Secondo gli investigatori le modalità dell’omicidio non combaciano con quelle adottate dalla malavita locale. La dinamica richiamerebbe il modus operandi degli assassinii compiuti in Albania. Una esecuzione fredda, spietata, che non lascia alla vittima nemmeno il tempo di urlare. Sulla porta non vi sarebbero segni di effrazione, il che farebbe pensare che la vittima conoscesse il suo assassino o perlomeno avesse aperto l’uscio. Durante il pomeriggio sono stati ascoltati alcuni parenti di Smakay, nel tentativo di ricostruire le ultime ore della diciassettenne. Al momento non si esclude nessuna ipotesi investigativa.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©