Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Duro intervento della vicesegretario generale Camusso

Cgil: "A Melfi deve essere rispettata la sentenza della magistratura"


Cgil: 'A Melfi deve essere rispettata la sentenza della magistratura'
24/08/2010, 10:08

ROMA - Questa volta la Cgil appoggia le iniziative della Fiom, riguardo ai tre operai di Melfi. E' quanto sostiene il vice segretario generale del sindacato confederato, Susanna Camusso, intervistata da Radio anch'io. La Camusso è intervenuta dicendo: "C'è una sentenza esecutiva della procura di Potenza  e la Fiat deve rispettarla. Non c'e nessuno che possa esimersi dal rispettare una sentenza della magistratura con nessuna motivazione e quelle peraltro fonite in questa occasione dalla Fiat sono del tutto pretestuose. Non c'e nessuna differenza tra quanto sostiene la nostra organizzazione di categoria e quanto sostiene la Cgil, perché appunto va fatto rispettare un diritto che è quello del reintegro dei lavoratori".
Durante la trasmissione ha anche dato una risposta al segretario generale della Cisl, Angelo Bonanni, che ieri aveva accusato la Fiom di essere l'unica responsabile della tensione che c'è a Melfi: "Mi stupisce che un grande sindacato come la Cisl non capisca che se non si rispettano delle forme basilari che stanno alle origini delle relazioni sindacali non si può separare ogni pezzetto del percorso. Bisognerebbe dire alla Fiat con la nettezza con cui va detto, che fa parte di un sistema, di un Paese che ha delle regole e che quelle regole vanno rispettate da parte di tutti. E' importantissimo che la Fiat investa, noi l'abbiamo chiesto, rivendicato e sostenuto e non abbiamo nessun dubbio. Ma si investa secondo le regole e rispettando il diritto dei lavoratori".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©