Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CGIL: Airoldi, Epifani ricorda a Napoli il sindacalista gentile


CGIL: Airoldi, Epifani ricorda a Napoli il sindacalista gentile
03/03/2011, 17:03

Napoli, 3 marzo - "Ricordiamo Angelo Airoldi a Napoli perchè, sia da segretario della Fiom che da responsabile del Mezzogiorno della Confederazione, si è occupato molto della realtà campana. Ha seguito tutte le vicende di Pomigliano, tutta la riorganizzazione e la ristrutturazione del ciclo siderurgico, degli insediamenti industriali di questa regione". Lo ha detto l'ex leader della Cgil, Guglielmo Epifani, intervenendo a Napoli alla presentazione del libro "Il sindacalista gentile", pubblicato da Ediesse, che ripercorre le tappe fondamentali della vicenda umana e sindacale di Angelo Airoldi, scomparso nel gennaio del 1999. "Fu tra coloro - ha aggiunto Epifani - che aiutarono a far nascere lo stabilimento di Pomigliano. E' stata una persona che credeva che l'unità del Paese dovesse essere anche fatta di investimenti che dal Nord si spostavano nel Mezzogiorno. Cosa della quale oggi spesso ci si dimentica".
"Un atto di rispetto e di amore verso Angelo - ha detto il segretario generale della Cgil Campania, Michele Gravano - per quello che ha fatto per il Sud e per la nostra regione. La presentazione del libro è un modo anche per far conoscere alle nuove generazioni di dirigenti sindacali una figura singolare: Angelo si è affermato negli anni '70, una generazione nuova rispetto a quella della Resistenza e che ha avuto compiti di responsabilità nella direzione del più importante sindacato operaio, come la Fiom". "Angelo - ha aggiunto Gravano - rappresenta il Nord che guarda al Sud con rispetto, ne capisce le difficoltà e i problemi ma vede un Paese che può progredire solo unito, nella democrazia, nella crescita e nella valorizzazione del lavoro, nella difesa dei diritti, in un ruolo moderno di protagonismo del sindacato come portavoce di questa condizione". Presenti all'incontro il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Scudiere, il presidente della Fondazione Di Vittorio, Carlo Ghezzi, la docente dell'Università di Venezia, Ada Becchi, l'ex segretario nazionale Fiom, Fausto Durante, la segretaria regionale Cgil, Teresa Granato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©