Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una grossa somma ad una funzionaria non è bastata

Chi è andato in Marocco a truccare i documenti di Ruby?


Chi è andato in Marocco a truccare i documenti di Ruby?
10/03/2011, 09:03

FKIH BEN SALAH (MAROCCO) - Scoop del Fatto Quotidiano, che ha scoperto una stranezza. In Marocco qualcuno all'inizio di febbraio ha cercato di modificare i dati all'anagrafe di Karima El Marough, meglio conosciuta come Ruby Rubacuori.
Il racconto è fatto da una impiegata dell'anagrafe, sotto anonimato. Due italiani (l'impiegata dice di aver riconosciuto la parlata avendo parenti emigrati) sono giunti a Fkih Ben Salah, la città dove Ruby è nata, il 7 febbraio scorso, accompagnati da un marocchino ben vestito, che diceva di venire da Milano, Hanno offerto una grossa somma (pare qualche migliaia di euro) alla donna, per un lavoro lungo e poco legale: cancellare dal libro del 1992 il nome di Karima e scriverlo in quello del 1990. Un'impresa non facile: l'anagrafe non è computerizzata, ma ci sono libroni con tutte le iscrizioni in ordine cronologico. Quindi si tratta di riscrivere daccapo la pagina del 1992 omettendo il nome scelto e sostituire la pagina presente; contemporaneamente riscrivere la pagina del 1990 aggiungendo quel nome. Anche se non è facile è certamente possibile. Ma l'impiegata si è rifiutata di fare questo.
A questo punto la domanda nasce spontanea: è solo un caso che il 3 marzo il Giornale abbia titolato: "Berlusconi cala l'asso, Ruby era maggiorenne"? E che parli di "indagini difensive che sono arrivate sino in Marocco"?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©