Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nuova emergenza spazzatura

Chiaiano chiude e ritorna l’incubo rifiuti

Scade il piano solidale: nuova crisi alle porte

.

Chiaiano chiude e ritorna l’incubo rifiuti
17/01/2011, 15:01

NAPOLI - Nuovamente ad un passo dalla crisi: domani Napoli potrebbe essere ancora una volta sommersa dai rifiuti. Da stanotte, infatti, la città non saprà più dove sversare, poiché la discarica di Chiaiano è quasi satura. Lo sversatoio è ormai al collasso e viaggia a metà del ritmo ordinario: l’invaso può accogliere solo 600 tonnellate a notte perché è sempre più piena, così, le piazzole di scarica riescono a raccogliere meno quantità. L’incubo ritorna!

Le zone periferiche, ancora assediate dai sacchetti, saranno quelle maggiormente colpite da una crisi che è già nell’aria. Si preannunciano scenari poco rassicuranti e molto simili a quelli dei giorni scorsi, quando le strade Partenopee erano ricoperte dai sacchetti in attesa di essere raccolti.
Scade oggi, infatti, il Piano solidale messo punto dall’Ufficio Flussi regionale, che indica quotidianamente a Palazzo San Giacomo dove conferire i rifiuti e se non dovessero esserci novità, il punto interrogativo resta su dove mettere la spazzatura. L’assessore all’igiene Urbana, Paolo Giacomelli, si dice estremamente preoccupato e teme che la situazione possa nettamente peggiorare. Un grido d’allarme, dunque, da una città già traumatizzata dall’emergenza rifiuti e che , a distanza di ore, potrebbe ricadere nella morsa.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©