Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CHIAIANO: I DISOCCUPATI CHIEDONO LE DIMISSIONI DI MARONI


CHIAIANO: I DISOCCUPATI CHIEDONO LE DIMISSIONI DI MARONI
26/05/2008, 10:05

I precari del Progetto ISOLA aderenti al Coordinamento di Lotta x il lavoro chiedono le immediati dimissioni del Ministro Maroni per le gravi responsabilità a lui connesse per gli incidenti e le brutali cariche contro la popolazione di Chiaiano che chiede il rispetto della volontà popolare di non aprire la discarica sul luogo. Inoltre chiediamo l’ immediata revoca del decreto sui rifiuti, il quale altro non è che un peggioramento delle condizioni attuali per il superamento dell’emergenza e della negazione della democrazia sulla scelta di usare le forze armate e la celere per presidiare le discariche contro le legittime proteste delle comunità interessate. Il problema rifiuti, lo ribadiamo per l’ennesima volta, è un problema politico e non di ordine pubblico come lo stanno trasformando il neo-Governo Berlusconi ed il Commissario De Gennaro che sta trasformando Napoli come Genova 2001 dell’uccisione di Carlo Giuliani. Il problema dei rifiuti e la sua l’unica soluzione è un concreto piano di raccolta differenziata, che parta dalle bonifiche dei siti inquinati, dalla raccolta porta a porta e dagli impianti di compostaggio. Napoli non può diventare la capitale dei Termovalorizzatori per farne un forno di tutta l’immondizia nazionale e così da creare alibi per un non impegno sulla raccolta differenziata. I precari del Progetto ISOLA impegnati nel settore ambientale ed in gran parte nelle prestazioni di raccolta differenziata temono per il loro futuro occupazionale e daranno battaglia senza sconti per nessuno, sia a livello locale che nazionale, affinchè si possa garantire occupazione, vivibilità, salvaguardia di ambiente e salute con il superamento dell’emergenza rifiuti ed un concreto avvio della raccolta differenziata.
Martedi 27 maggio partirànno in corteo da piazza Carlo 3 verso l’ assessorato al lavoro Gabriele per chiedere un suo maggiore impegno e rispetto sulle convenzioni di avvio occupazionale dei precari ISOLA che già da lunedi tramite sistema informatico conosceranno data e ora delle loro destinazioni e aziende di appartenenza.
 

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©