Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Algerino nei guai per estorsione

Chiede i soldi del parcheggio a due Carabinieri: arrestato per estorsione


Chiede i soldi del parcheggio a due Carabinieri: arrestato per estorsione
28/07/2010, 14:07

POZZUOLI – Parcheggiatori abusivi, routine quotidiana lungo le strade campane. Nei Campi Flegrei sembrano proliferarsi come funghi dopo una giornata di pioggia.
Fin quando il pane ce n'è per tutti, e l’affluenza alle spiagge di questi giorni potrebbe essere un buon forno, convivono tra di loro quasi pacificamente, tra una retata e l’altra messa in atto dal Comando della Polizia Municipale di Pozzuoli.
Certo devono stare attenti a capire anche a chi chiedono i soldi per la sosta.
Ad un algerino di 33 anni, Tarik Menouer è andata male ad esempio.
Due giovanotti in giro con il loro motorino cercavano un posto per fermarsi.
Lo hanno trovato, lui si avvicina e chiede il pagamento.
Non riceve un semplice diniego, ma addirittura le manette.
I due in sella allo scooter scoprirà l'algerino subito dopo essere due carabinieri in borghese.
Il tutto nei pressi del Lago Lucrino, a poche centinaia di metri dai lidi.
Alle contestazioni degli uomini in divisa, il nordafricano li ha prima spintonati per poi darsela a gambe levate. A poco è servita la sua corsa: è stato raggiunto e bloccato dopo qualche centinaio di metri. I due carabinieri hanno perquisito Tarik Menouer sequestrandogli 80 euro provento dell’attività illecita, insieme a diverse chiavi di veicoli in sua custodia.  È stato così arrestato per tentata estorsione dai carabinieri della compagnia di Pozzuoli.  Ai controlli è risultato privo di permesso di soggiorno. L'immigrato deve rispondere oltre che di tentata estorsione anche di resistenza a pubblico ufficiale. L'arrestato è in attesa di giudizio con rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©