Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Era un fiancheggiatore degli "Ascione-Papale"

Chiedeva il "regalo per i carcerati". Arrestato ad Ercolano


Chiedeva il 'regalo per i carcerati'. Arrestato ad Ercolano
05/02/2011, 10:02

ERCOLANO - La lotta all'estorsione continua nella città di Ercolano. E se un altro tassello dei clan viene a cadere, è ancora una volta grazie ai comuni cittadini. I carabinieri dell’aliquota operativa di Torre del Greco hanno dato esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 2 febbraio dal gip di napoli a carico di Asile Salvatore. L'uomo, 35 anni, residente ad ercolano in via pugliano, già noto alle forze dell'ordine, è ritenuto un fiancheggiatore del clan camorristico degli “Ascione-Papale” e responsabile di estorsione (tentata e consumata) aggravate dal metodo mafioso. Nel corso di attività informativa nel tessuto degli operatori commerciali di Ercolano durante le festività natalizie i carabinieri hanno raccolto la denuncia di cinque operatori economici ai quali Asile aveva intimato la consegna del cosiddetto “regalo per i carcerati”. Due operatori, un negoziante di abbigliamento ed un tabaccaio, avevano anche accolto la richiesta estorsiva consegnando di volta in volta somme tra i 5 ed i 10 euro. Altri tre, il titolare di un centro estetico, un fotografo ed un tappezziere, invece non si erano invece piegati al pizzo. Proprio da loro è partita la denuncia. Le vittime hanno riconosciuto Asile come colui che aveva fatto le richieste. L’arrestato e’ stato così tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©