Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La difesa: "Si è difeso da una aggressione"

Chiesti 10 anni per "Svastichella": aggredì due gay


Chiesti 10 anni per 'Svastichella': aggredì due gay
18/11/2009, 15:11

ROMA - Oggi udienza con rito abbreviato, davanti al Gup Rosalba Liso, del Tribunale di Roma, per Alessandro Sardelli, conosciuto come "Svastichella". L'uomo è accusato di tentato omicidio, lesioni aggravate e detenzione di armi improprie. Lo scorso 22 agosto aggredì due ragazzi gay: ad uno spaccò in testa una bottiglia di vetro; dopo di che raccolse una scheggia e la usò per colpire l'altro, ferendolo molto gravemente. Infatti quest'ultimo stette tra la vita e la morte alcuni giorni e poi migliorò.
Il Pubblico Ministero, al termine della requisitoria, ha chiesto 10 anni di resclusione per Svastichella. Dopo di che il processo è stato rinviato al 25 novembre, data in cui parleranno gli avvocati delle Parti Civili che il Giudice ha ammesso: il Comune di Roma e l'Arcigay. Poi toccherà al difensore di Sardelli, avvocato Riccardo Radi, che ha sostenuto la tesi di Sardella: quella sera lui si limitò a reagire ad una aggressione che aveva subito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©