Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

E' accusato di aver preso 600 mila euro del Pdl

Chiesto il rinvio a giudizio per Gasparri per peculato


Chiesto il rinvio a giudizio per Gasparri per peculato
17/02/2014, 18:22

ROMA - Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, rischia il rinvio a giudizio con l'accusa di peculato. Almeno questa è la richiesta dei Pm di Roma, che l'accusano di aver usato per scopi personali 600 mila euro presi dalle casse del Pdl. 

I soldi erano quelli messi a disposizione del partito dal Senato per l'attività propagandistica del Pdl. Gasparri invece ha usato 600 mila euro per fare una polizza sulla propria vita, con indicazione dei beneficiari riferita ai propri eredi legittimi. Un anno dopo ha riscattato la polizza, incassando un sovrappiù di oltre 10 mila euro, versando poi i 600 mila euro nelle casse del partito. 

Gasparri, nella sua memoria difensiva, presentata ai giudici, nega di essersi appropriato di quei soldi o di aver sottoscritto una polizza sulla propria vita.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©