Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CILENTO, REATI IN CALO DEL TRENTA PER CENTO


CILENTO, REATI IN CALO DEL TRENTA PER CENTO
27/11/2008, 10:11

 

Furti e altri reati legati alla microcriminalitá in calo del trenta per cento. E’ il dato più significato che emerge dalle statistiche, ormai quasi di fine anno, dei carabinieri della compagnia di Vallo che operano in 29 comuni della costa e dell’entroterra cilentano. Per evitare che il capoluogo e gli altri centri vengano presi di mira da malviventi provenienti da altre zone o anche da delinquenti del posto, sono stati effettuati dei servizi mirati.  Settanta fogli di via obbligatori in pochi mesi, quindici avvisi orali e decine di persone identificate quotidianamente. Così il capitano Daniele Campa e i suoi uomini hanno dato vita ad un sistema di prevenzione che si è rivelato, dati alla mano, efficace. Sempre più spesso sono state applicate misure di prevenzioni a tossici, pregiudicati, clandestini e senza fissa dimora. I furti in appartamento, tradizionale piaga sia dei piccoli che dei grandi centri, in questa zona sono quasi scomparsi dalle statistiche. Pochissimi anche i furti in attivitá commerciali, che si verificano spesso nei mesi estivi. Dunque, un territorio tranquillo, meno pericoloso e più sorvegliato. E mentre i reati scendono, gli arresti salgono in uguale misura. «Un segno che la nostra strategia, evidentemente, funziona - si compiace, ma senza trionfalismi, il capitano Campa - Stare il più possibile vicino ai cittadini e fare prevenzione, alla fine paga». Insomma per combattere la criminalitá la parola chiave è "prevenzione". «Prendiamo l’avviso orale - spiega l’ufficiale dei carabinieri - Detto così fa pensare ad una paternale un po’ ridicola. Invece ha un effetto deterrente formidabile perché è il primo passo verso la sorveglianza speciale che fa paura a molti delinquenti e può portare al sequestro dei beni». Stesso discorso per i fogli di via obbligatori, che hanno colpito pregiudicati, molto spesso del Napoletano, che non potevano giustificare la loro presenza nei centri cilentani.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©