Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il deputato regionale dell'Udc respinge tutte le accuse

Cintola (Udc):"Mai preso cocaina, complotto contro di me"


Cintola (Udc):'Mai preso cocaina, complotto contro di me'
16/06/2010, 20:06

PALERMO - Sabrina di Blasi, 34 anni, è finita in carcare con l'accusa di spaccio di droga. Stessa sorte per il suo pusher di fiducia, Giorgio Napolitano (incastrato grazie alle intercettazioni ndr). I due personaggi, stando all'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip, sarebbero collegati direttamente al deputato regionale Salvatore Cintola, in forza all'Udc ed apparentemente basito dinanzi alle pesanti accuse.
Appena ha ricevuto l'ordinanza, difatti, Cintola avrebbe esclamato a gran voce:""Ma quale droga. Forse sono uno dei pochi del mio partito a non avere mai fatto uso di droga...". Riguardo le intercettazioni che confermano l'attività di spaccio della sua segretaria personale (la Di Biasi) e la fornitura assicurata da Napolitano, il centrista poi osserva sorpreso:"Ma mi scusi, chi cavolo e' questo Napolitano? Io non ne ho mai sentito parlare, non lo conosco. Ma poi ha pure lo stesso nome del nostro Presidente della Repubblica, cos'e' uno scherzo, forse?".
Secondo gli inquirenti, l'omonimo del capo dello Stato, avrebbe portato la cocaina direttamente alla 34enne che, subito dopo, l'avrebbe sistemata nella segreteria di Cintola di modo che quest'ultimo potesse consumarla. Ma l'accusato respinge con forza ogni accusa:"Io non so chi frequenta la mia segreteria, c'e' tanta di quella gente che va e viene...sento che qua siamo in un maledetto imbroglio, qui basta parlare di un deputato qualsiasi e gia' si lanciano accuse a destra e manca. Non escludo, purtroppo, di essere stato utilizzato. Sa com'e', a volte basta dire la parola 'onorevole' e si ha la certezza di tutto..."
E riguardo la sua segretaria? Cintola risponde così "Io per dieci anni l'ho considerata come una figlia. Abbiamo chiuso la nostra 'convivenza' politica e professionale appena un anno fa".
Insomma tutto sarebbe frutto di un madornale errore e, la ragazza che per anni è stata "come una figlia", avrebbe agito illegalmente spacciando stupefacenti all'insaputa del rispettabile deputato. Intanto, Cintola, viene considerato già colpevole dal suo stesso partito; con Lorenzo Cesa che ha deciso per la sua sospensione e conseguente espulsione dall'Udc.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©