Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vagoni fatiscenti e corse soppresse ma i prezzi aumentano

Circumvesuviana, la denuncia dell'IDV: servizi scadenti


.

Circumvesuviana, la denuncia dell'IDV: servizi scadenti
11/07/2011, 16:07

AREA VESUVIANA- Con l’arrivo dell’estate e delle corse ridotte i pendolari della Circumvesuviana si trovano di fronte ad una situazione difficile da gestire in quanto l’intervallo tra un treno e l’altro è più ampio e se si aggiunge che nelle ultime settimane diverse corse sono state soppresse senza alcun avvertimento ed ancora i ritardi sono all’ordine del giorno si può intuire il disagio. In una nota congiunta, Anita Sala e Nicola Marrazzo, consiglieri regionali campani dell'Italia dei Valori denunciano la situazione chiedendo ai dirigenti ed alle autorità competenti di prendere decisioni in merito. Scrivono infatti “I treni della Circumvesuviana dovrebbero fornire un servizio impeccabile per i  tantissimi pendolari e turisti che abitualmente ne fanno uso, invece viaggiare su uno di questi treni diventa un vero incubo anche per percorrere soltanto un breve tragitto". "Le carrozze – si legge ancora- oltre ad essere obsolete, sporche e spesso anche maleodoranti, sono sempre sovraffollate a causa delle corse tagliate. La mancanza poi di un minimo di comfort contro il grande caldo, come ad esempio un servizio di aria condizionata, mette addirittura a rischio la salute degli anziani e dei bambini. Non si può continuare ad offrire un servizio così indecoroso" concludono. Va detto inoltre che dallo scorso giugno il costo dei biglietti e degli abbonamenti ha subìto un incremento di circa il 45% che non viene percepito nella qualità dei servizi offerti.   Discorso a parte va fatto anche per la sicurezza nei vagoni che negli ultimi tempi ha dimostrato diverse carenze per spiacevoli fatti di cronaca avvenuti all’interno delle carrozze.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©