Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Cisl Campania: "Politica esca dalla sanità"


Cisl Campania: 'Politica esca dalla sanità'
13/10/2010, 17:10


NAPOLI - «Quanto sta avvenendo relativamente alla Sanità in Campania è veramente disarmante. Una confusione “strategica” che ha precise responsabilità politiche ed istituzionali nella maggioranza, tra i vari livelli istituzionali, e nell’opposizione (che tace)» ha stigmatizzato Lina Lucci, Segretario Generale della Cisl Campania. «Ancora una volta si gioca sulla pelle delle persone per questioni che poco hanno a che fare con la garanzia dei livelli di assistenza e con la presa in carico degli ammalati. La manifestazione di ieri è un esempio evidente di come la politica si approfitti e strumentalizzi l’esigenza legittima della famiglie campane – che chiedono di capire come venga assicurato il diritto alla cura – ed arrivi a capeggiare una manifestazione che nulla ha a che vedere con questo. Spiace soprattutto constatare che una parte del sindacato Confederale presti di nuovo il fianco alla politica che continua a dare il peggio di se’» ha continuato Lucci. «Lo scontro in atto tra il Presidente della Giunta Provinciale di Avellino Cosimo Sibilia e la Giunta Caldoro non è ascrivibile alla Sanità, che tutela i cittadini, ma a questioni politiche che alla Cisl campana ed irpina non interessano – ha concluso Lucci. – Noi siamo per sostenere un’azione forte insieme a lavoratori e pensionati se nel piano ospedaliero non viene assicurata, come da impegni assunti da Caldoro, contemporaneamente alla trasformazione di alcuni ospedali, la certezza dell’apertura di altre strutture e centri per l’assistenza sanitaria alle persone. La politica esca dalla sanità».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©