Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Caos al porto di Napoli

Clandestini a bordo della nave, il comandante si rifiuta di partire


Clandestini a bordo della nave, il comandante si rifiuta di partire
13/04/2010, 10:04


NAPOLI - Nove clandestini a bordo, la nave non parte e così, per giorni, il terminal containers del Porto di Napoli è rimasto fermo: un blocco che ha rimandato indietro diverse navi merci. E che, ieri ha fatto scattare caos e proteste. La nave Vera D, battente bandiera liberiana e appartenente ad una delle più grandi società armatoriali della Germania, la Peter Dohle di Amburgo, arriva a Napoli lo scorso 7 aprile. E’ allora che il comandante di nazionalità russa si accorge che in uno dei container vuoti si erano nascosti nove clandestini: tre ghanesi, sei nigeriani, quasi tutti minorenni, almeno così hanno riferito. E’ allora che scatta il fermo della nave in un punto a dir poco nevralgico dello scalo partenopeo. Il comandante e l’armatore russo insistono su un punto: la presenza di clandestini ha fatto aumentare la presenza di persone a bordo oltre al numero consentito. Quindi, la nave non può ripartire. Ieri la situazione si è risolta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©