Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Arrestato il presunto assassino, un bulgaro di 31 anni

Clochard muore dopo essere stata derubata e violentata


Clochard muore dopo essere stata derubata e violentata
19/01/2010, 11:01

TARANTO - Una donna, che viveva in mezzo alla strada, è stata aggredita da un uomo che l'ha derubata di 5 euro e di un telefonino, per poi picchiarla e violentarla. Dopo essere stata ricoverata in ospedale, la donna ha avuto una emorragia interna che ne ha aggravato la situazione ed è morta. E' quanto è avvenuto domenica sera in un capannone di Taranto, dove spesso i clochard di riparano per dormire.
A scoprire la donna, che sembrava solo essere stata picchiata, è stato il personale delle Ferrovie, che passano vicino al capannone. Immediatamente viene chiamata l'ambulanza col 118, e la donna viene portata nel vicino pronto soccorso e poi nel reparto chirurgia, date le gravi ferite. Infatti aveva ferite sanguinanti alla bocca enelle parti intime; inoltre aveva un trauma toracico interno e chiuso. Infine aveva numerose infrazioni delle costole e contusioni in tutto il corpo. Qui era stata interrogata dalla Polizia e aveva raccontato i fatti, dando precise indicazioni sull'aggressore. La polizia, che già conosceva il tipo, l'ha arrestato. Si tratta di un bulgaro di 31 anni, che è accusato ora di rapina, lesioni personali e violenza carnale, oltre che di omicidio (anche se ancora non si sa se sarà considerato volontario o preterintenzionale).
La Polizia è andata anche a verificare gli eventuali testimoni presenti al momento die fatti. Infatti l'aggressione è stata molto violenta, i colpi ricevuti dalla donna sono stati molti; difficile che nessuno se ne sia accorto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©