Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Operavano nella zona dei Frenna-De Matteo

Coca-shop nel Rione Sanità: cinque arresti


.

Coca-shop nel Rione Sanità: cinque arresti
28/02/2012, 15:02

NAPOLI - Sono accusati di aver messo su una piazza di spaccio nel cuore del Rione Sanità. Vendevano marijuana, ma in prevalenza coca con il placet delle famiglie malavitose della zona. Con questa accusa i carabinieri della compagnia Stella a Napoli hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip di Napoli arrestando cinque persone per spaccio di stupefacenti in concorso e notificando l'obbligo di firma ad altre due persone. L'autorità giudiziaria ha emesso il provvedimento restrittivo concordando con indagini svolte d'iniziativa tra maggio e settembre dell'anno scorso dai militari della stazione Stella, con servizi di osservazione e riscontri sull'attivita' criminale nella piazza di spaccio del vico Carrette al Rione Sanità, zona controllata dalla famiglia camorristica dei Frenna - De Matteo. Nel corso delle indagini i militari dell'arma avevano accertato numerosi casi di spaccio con riscontri su quanto osservato a distanza segnalando 10 persone al prefetto di Napoli per possesso di marijuana e cocaina e sequestrando loro le quantita' di stupefacenti appena acquistate. Questa notte i carabinieri della compagnia Stella con il supporto di colleghi della compagnia d'intervento operativo del battaglione Campania e di unita' cinofile antidroga hanno dato il via a un blitz per l'arresto degli indagati sottoponendo agli arresti domiciliari quattro persone, tutte residenti in zona. Si tratta di Flavio Gigante, 22 anni, Giuseppe Montariello, 22 anni, Giuseppe Scognamiglio, 36 anni, Fabio Tufo, 27 anni. Un'altra ordinanza di custodia cautelare e' stata notificata a Gaetano Pane, 33 anni, gia' detenuto. Contemporaneamente sono state raggiunte e sottoposte all'obbligo di firma due donne, una 37enne gia' nota alle forze dell'ordine ed una 38enne incensurata.

Commenta Stampa
di daga
Riproduzione riservata ©