Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

COGNE: LA PROCURA CHIEDE L'INDULTO PER LA FRANZONI


COGNE: LA PROCURA CHIEDE L'INDULTO PER LA FRANZONI
22/05/2008, 18:05

La procura generale di Torino ha chiesto oggi l’applicazione dell’indulto per Anna Maria Franzoni. Per la madre del piccolo Samuele questo significa uno sconto di tre anni della pena.

E dunque altro che 16 anni di carcere. Per lei, condannata definitiva, il traguardo delle misure premiali non è lontano. Sconterà cinque, forse sei anni dietro le sbarre. Questo è quello che hanno riferito un pubblico ministero della procura di Torino che si occupa di esecuzioni e un
penalista interpellato dall’ANSA. “In genere - spiega l’avvocato Antonio Mencobello - si aspetta che il condannato abbia scontato un periodo di pena giudicato congruo – e in questo caso giudica la magistratura di Sorveglianza - che in genere tende ad essere la metà. Ma nel calcolo dei tempi bisogna tener conto della liberazione anticipata”.

Questa è calcolata tenendo conto di 45 giorni di sconto pena, per ogni sei mesi di buona condotta.

 

Insomma sei anni di carcere, effettivo, per un omicidio…


 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©