Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

COISP: “Anche il Cocer dell’Aeronautica oltraggiato dalle nuove misure del Governo”


COISP: “Anche il Cocer dell’Aeronautica oltraggiato dalle nuove misure del Governo”
20/05/2011, 13:05

“Peggio delle ingiustizie e del mancato rispetto degli impegni c’è solo la menzogna e l’arroganza di chi pensa che gli altri siano tutti stupidi, nonché l’irresponsabilità di chi senza remore e senza vergogna non tiene fede all’impegno assunto con i cittadini nello svolgimento di un compito nobile ed altissimo quale è quello di rappresentarli. E noi di questo ‘peggio’ abbiamo fulgidi esempi in Italia, compreso nel nostro Parlamento. Uno su tutti? Il senatore Filippo Saltamartini, naturalmente! Chi altri avrebbe potuto essere più ipocrita di lui, che conosce bene le necessità degli Operatori della sicurezza, e che osa manifestare addirittura soddisfazione per l’osceno trattamento riservatoci dal Governo, mentre tutti, e dico tutti i rappresentanti del Comparto, da ultimo anche il Cocer dell’Aeronautica militare, non fanno che manifestare il più cupo malcontento! E’ qualcosa che fa davvero cadere le braccia..”. Questa la riflessione di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, in seguito agli ultimi sviluppi dell’iter del decreto legge sui trattamenti delle Forze Armate, di Polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che ha scatenato le ire dei rappresentanti di militari e Forze di Polizia. Ultimo intervento in ordine di tempo quello del Cocer dell’Aeronautica Militare, che in una nota stampa ha sottolineato a chiare note come “nei fatti, si è assistito al mancato rispetto degli impegni assunti dal Governo per lenire gli effetti degli ingiustificati e discriminanti tagli alle retribuzioni dei militari. Le misure una tantum - è detto ancora nel comunicato -, alla stregua di una social card per i militari, rischiano di essere percepite dal personale per quello che sono: l’ennesimo segnale di disattenzione verso la tanto sbandierata specificità del Comparto Difesa e Sicurezza”.
“Quest’ultimo intervento - aggiunge Maccari - è solo l’ennesimo urlo contro un Governo che sta toccando livelli di bassezze inimmaginabili nei confronti dei suoi Servitori più fedeli, giungendo addirittura a prevedere somministrazioni una tantum come si fa con gli accattoni per la strada. E’ un oltraggio intollerabile, e quando leggiamo che Saltamartini parla di ‘applicazione del principio di specificità retributiva precedentemente introdotto dal Governo Berlusconi’, ci viene in mente solo una cosa: è vero! E’ la menzognera applicazione di una menzogna, è la clamorosa concretizzazione del nulla più assoluto, è la giusta evoluzione dell’oltraggio che da anni ormai viene perpetrato nei confronti di chi quattro soldi pulciosi se li guadagna a costo di buttare il sangue. Siamo indignati e schifati che un rappresentante del popolo italiano che intasca ogni mese migliaia e migliaia di euro dei contribuenti non riesca neppure ad ammettere la verità, e cioè – conclude Maccari - che il diritto alla sicurezza dei cittadini rischia di essere messo in discussione grazie a rappresentanti politici irresponsabili e menefreghisti che pensano unicamente al proprio orticello”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©