Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

COISP: “pericolo per la salute degli agenti in servizio al CIE di Restinco”


COISP: “pericolo per la salute degli agenti in servizio al CIE di Restinco”
03/05/2011, 11:05

“Mandati al macello, lasciati al loro destino senza nessuna tutela. No, non stiamo parlando degli immigrati, per il cui dramma umano nutriamo profondissima solidarietà, ma dei nostri colleghi in servizio presso i Cie”. E’ sdegnata la reazione di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, alla notizia che al Cie di Restinco (Br) è incombente il pericolo per la salute del personale di Polizia chiamato ad espletare servizio presso il Centro.
“Il Prefetto Valeri ed altri Responsabili Centrali della nostra Amministrazione - dice Maccari - durante l’incontro del 6 aprile avevano assicurato di aver messo a disposizione dei reparti impegnati nell’emergenza immigrazione 80.000 mascherine chirurgiche e 200.000 guanti in lattice, consegnate ai poliziotti chiamati ad espletare servizi a contatto con gli extracomunitari.
Ebbene, al Cie di Restinco della fornitura di mascherine e guanti (peraltro richiamata nella nota ministeriale 557/RS/39/1/0838 del 22 aprile 2011) non s'è vista neanche l'ombra”
“Le bugie continuano ad avere le gambe corte - conclude il Segretario Generale del Coisp – e questo oltre che inconcepibile è vergognoso”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©