Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Centinaia di persone bloccano la strada per protesta

Colpito da agente della Municipale, caos in piazza Carità

Un ragazzo sarebbe stato aggredito durante un controllo

.

Colpito da agente della Municipale, caos in piazza Carità
11/02/2011, 15:02

NAPOLI - Momenti di forte tensione a piazza Carità, a Napoli, dove un ragazzo sarebbe stato aggredito da un agente della Polizia Municipale nel corso di un fermo per accertamenti. Il giovane, stando a quanto riferiscono alcuni testimoni oculari, sarebbe stato trovato sprovvisto del tagliando assicurativo relativo allo scooter su cui viaggiava. Avrebbe cercato di evitare di essere accompagnato in questura per accertamenti, ripetendo di dover andare a lavorare. Intanto, numerose persone sono intervenute in favore del ragazzo, premendo perchè si procedesse lo stesso al sequestro del mezzo, ma senza trattenerlo. Successivamente, riferiscono i testimoni, uno degli agenti della Municipale avrebbe colpito al volto il ragazzo, senza apparente motivo. Aggressione che ha scatenato la rabbia dei presenti, che si sono riversati in centinaia in strada bloccando la carreggiata e protestando contro la violenza ingiustificata. Le fasi dell'aggressione sarebbero state riprese da alcuni dei presenti. Le immagini che state vedendo sono quelle relative alla successiva protesta, caricate in mattinata su YouTube.

Tutt’altra la versione dei vigili urbani, secondo i quali due agenti della polizia municipale di Napoli sono stati aggrediti da diverse persone al termine del controllo di un motociclo, fermato in via Toledo, con due persone in sella, di cui una era senza casco. I vigili urbani hanno arrestato due uomini che devono rispondere delle accuse di aggressione, lesione e resistenza a pubblico ufficiale. I due uomini saranno giudicati per direttissima. Mentre i vigili stavano procedendo alla verbalizzazione del conducente, un uomo di 28 anni del rione Sanità, il passeggero si è a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce tra i vicoletti dei Quartieri Spagnoli. Successivamente, sopraggiungeva sul posto il fratello di 32 anni, che inveendo verbalmente contro gli agenti, li accusava con veemenza di agire ingiustamente nei confronti del congiunto. L’uomo secondo i vigili non avrebbe fornito i documenti per l’identificazione. Quindi, intorno agli agenti un capannello di persone che ostacolavano le operazioni ed insultavano gli appartenenti al Corpo della Municipale C’è stata quindi una colluttazione col 28enne che avrebbe estratto un tagliarino cercando di colpire gli uomini in divisa che riuscivano a bloccarlo, nello stesso momento il 32enne interveniva colpendo con un pugno all’ occhio uno degli agenti. Sul posto sopraggiungevano altre pattuglie in ausilio consentendo il fermo e l’ identificazione dei due fratelli. Il magistrato ha disposto per entrambi l’arresto per aggressione, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, ed il giudizio per direttissima. Per l’agente colpito è stato necessario il ricorso alle cure mediche presso l’ospedale Pellegrini dove è stato giudicato guaribile in cinque giorni per trauma contusivo a un occhio, ad una spalla e ad una mano, mentre il 32enne piantonato in stato di arresto, attualmente è presso l’ospedale Cardarelli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©