Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Sotto chiave un'azienda e due appartamenti a Napoli

Colpo ai Contini e ai Mazzarella, sequestri per 900mila euro


.

Colpo ai Contini e ai Mazzarella, sequestri per 900mila euro
20/01/2010, 10:01

NAPOLI – Beni per circa 900mila euro riconducibili a personaggi di spicco di clan camorristici sono stati sequestrati, su disposizione della Sezione per l’applicazione Misure di Prevenzione del Tribunale, dagli agenti della Divisione Anticrimine, Sezione Misure di Prevenzione Patrimoniale della Questura di Napoli. Nel mirino degli inquirenti, Franco Mazzarella, 48 anni, esponente di rilievo dell’omonimo clan e figlio del boss Ciro Mazzarella, ed Antonio Muscerino, 29 anni, con precedenti per gioco d’azzardo e ritenuto appartenente al clan Contini. In particolare, i sigilli sono arrivati per un’azienda per la produzione di ceramiche, di cui risulta proprietaria la moglie di Mazzarella, Olga Laperuta, e per due appartamenti intestati a Muscerino. Il sequestro dei beni è stato disposto dalla magistratura a conclusione di indagini svolte dalla Sezione Misure di Prevenzione della Questura, in collaborazione con gli agenti del commissariato Vasto-Arenaccia. Franco Mazzarella e' stato arrestato nel settembre del 2006 in base ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Pistoia con l'asccusa di associazione per delinquere finalizzata all'usura e all'estorsione nei confronti di vittime residenti in Toscana, Liguria e Campania.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©