Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Coltivavano e spacciavano marijuana: due arresti a Napoli


Coltivavano e spacciavano marijuana: due arresti a Napoli
23/02/2012, 12:02

Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia “San Carlo Arena”, hanno arrestato un  25enne e un 43enne, entrambi napoletani, perché responsabili in concorso di produzione e spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti sospettavano da tempo che i due spacciassero sostanze stupefacenti ma non immaginavano che vendessero il frutto di una loro produzione casalinga. Nel corso di un servizio di appostamento in Via Cervi, vicino all’abitazione del 25enne, i due sono stati fermati ed identificati. A seguito di una perquisizione, hanno trovato nelle tasche del giovane la chiave per aprire il cancello di accesso ad una cantinola pertinenza dell’abitazione principale. Insospettiti, sono quindi entrati ed hanno scoperto che il locale, di circa 30 metri quadrati, era adibito alla coltivazione di cannabis indica. In un recinto di legno c’erano infatti 10 piante illuminate da luce artificiale. La temperatura all’interno era mantenuta costante da un impianto di riscaldamento collegato a due aeratori. Nello scantinato è stato inoltre rinvenuto un sacchetto di plastica al cui interno c’erano 27 involucri di cellophane contenenti in totale circa 53 grammi di cannabis pronti per la vendita ed un altro sacchetto contenente della marijuana sfusa ancora parzialmente fresca.

A questo punto i poliziotti hanno deciso di sottoporre a perquisizione domiciliare la vicina abitazione del 45enne. In un cassetto della camera da letto, hanno quindi trovato una scatola con all’interno numerosi involucri di cellophane vuoti simili a quelli dello scantinato del complice, una spillatrice, 1230 euro in banconote di vario taglio ed una confezione di cellophane contenente una dose di marijuana.

Tutta la sostanza stupefacente e le banconote sono state sequestrate. La cantina e l’attrezzatura per la coltivazione delle piante è stata anch’essa sottoposta a sequestro con apposizione dei sigilli e poi affidata in custodia giudiziale al padre del giovane. I due malviventi sono stati pertanto arrestati e subito condotti al Carcere di Napoli – Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©