Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'incidente sul porto di Torre del Greco

Colto da infarto mentre guida, finisce in mare con l'auto


Colto da infarto mentre guida, finisce in mare con l'auto
07/04/2010, 21:04


TORRE DEL GRECO  - Viene colto da infarto fulminante mentre è in auto e finisce nelle acque del porto. E' successo nella giornata di ieri a Torre del Greco. La vittima, Pasquale Sorrentino, un 73enne residente in città, si trovava a bordo della sua automobile, una Ford Fiesta. L'uomo stava transitando in zona porto poco prima dell'ora di pranzo quando, all'altezza del molo di levante nei pressi della sede del circolo nautico, si è sentito male. Un forte ed improvviso dolore al petto sintomo di un infarto che non gli ha lasciato scampo. Il 73enne, dunque, si è accasciato sul volante perdendo il controllo della vettura che è finita inesorabilmente in mare, proprio nello specchio d'acqua antistante il porto della città del corallo.
In pochi minuti la Ford Fiesta si è inabissata con all'interno il corpo dell'uomo ormai senza vita. Fortunatamente a bordo non c'era nessun altro passeggero.
Immediatamente le persone presenti sul porto al momento dell'incidente, hanno allertato le forze dell'ordine e il 118.
Sul posto sono quindi giunti gli uomini della vicina Capitaneria di porto torrese, diretti dal comandante Gaetano Angora, i vigili del fuoco, i carabinieri del servizio navale e un'ambulanza.
Le operazioni di recupero effettuate dai pompieri del distaccamento di Ponticelli, hanno richiesto diverse ore. Nel frattempo, sulla banchina si è subito creata una folla di curiosi. Il 73enne, infatti, era molto conosciuto in zona poiché era il titolare di un distributore di carburante allo scalo marittimo.
Intorno alle 14, l'auto e il cadavere dell'anziano sono stati ripescati. I medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso. L'uomo, con molta probabilità, sarebbe morto sul colpo subito dopo essere stato colto dall'infarto e non per annegamento.
Adesso sarà, tuttavia, il magistrato incaricato di seguire il caso a decidere sul da farsi. Trattandosi di morte naturale, probabilmente non sarà necessario disporre l'autopsia sulla salma; il corpo del 73enne dovrebbe dunque essere restituito alla famiglia per il funerale

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©