Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Commercio: concorso Ascom, "Un fumetto su pizzo e usura"


Commercio: concorso Ascom, 'Un fumetto su pizzo e usura'
16/11/2009, 15:11

Un fumetto sull’usura e il pizzo per garantire la legalità e la sicurezza. Lo realizzeranno i giovani studenti dell’istituto d’arte U. Boccioni di Napoli, grazie al concorso realizzato dall’Ascom-Confcommercio della provincia di Napoli. Agli alunni dell’istituto presieduto da Filippo Merola, è stato chiesto di disegnare uno storyboard preparatorio del fumetto. I lavori poi, dovranno pervenire presso la sede dell’istituto entro il 15 marzo 2010 e successivamente saranno valutati da una commissione nominata dall’Ascom-Confcommercio della provincia di Napoli e dall’Istituto d’Arte. Sono previsti tre premi in denaro da 1.500 euro, 1.000 euro e 500 euro. Ogni partecipante quindi, dovrà fornire uno storybord formato da almeno 10 frames e in formato A3. I fumetti vincitori saranno pubblicati e distribuiti presso tutte le scuole di Napoli e provincia.

“Abbiamo affidato all’istituto d’arte Boccioni due sceneggiature – afferma Tullio Nunzi, commissario dell’Ascom cittadina – su due temi forti quali l’usura e il pizzo, puntando direttamente ai giovani, trasferendo con un linguaggio semplice ed efficace quale il fumetto, l’esperienza di chi fa impresa e vive sulla propria pelle il disagio economico e sociale che comporta la convivenza forzata con l’illegalità diffusa”.

Per il preside del Boccioni: “ Si tratta di un’iniziativa che sta già entusiasmando i nostri studenti, chiamati ad esprimersi su due tragiche realtà del nostro territorio. Ritengo fondamentale la collaborazione con il mondo delle imprese e con il sistema di rappresentanza di Confcommercio. Il contrasto alla criminalità e l’affermazione della legalità – aggiunge il preside – sono valori che devono affermarsi, in tutte le forme espressive tra i giovani, partendo dalle aule scolastiche”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©