Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sardegna

Commissario Fli aderisce al gay pride: licenziato

Solidarietà dei coordinatori provinciali della città

Commissario Fli aderisce al gay pride: licenziato
20/06/2012, 19:06

CAGLIARI - Il commissario cittadino di Cagliari di Fli, Riccardo Lo Monaco, denuncia di essere stato rimosso dall'incarico dal coordinatore regionale, Ignazio Artizzu, dopo aver comunicato la propria adesione personale al Gay Pride che si terra' in citta' il 30 giugno prossimo. "Omofobia e tirannide sembrano ormai essere le parole d'ordine dentro Futuro e liberta'", protesta Lo Monaco, viceresponsabile nazionale dei diritti civili di Fli. "Le posizioni del coordinatore regionale sulla causa omosessuale sono note", aggiunge il commissario allontanato. "Se a questo aggiungiamo la mia netta opposizione alla sua linea politica scellerata di appiattimento su Cappellacci e il Pdl nel governo dell'isola, il gioco e' fatto. La mia adesione al Pride e' stata probabilmente la goccia che ha fatto traboccare il vaso".
 Lo Monaco ha ricevuto la solidarieta' dei coordinatori provinciali commissariati di Cagliari, Vittorino Erriu,
Carbonia-Iglesias, Francesco Girau, e del Medio Campidano, Gessica Pittau. "Quanto accaduto rappresenta il prosiguo della piu' becera epurazione in atto dentro Futuro e liberta'", affermano. "Che poi si sostenga che il suo allontanamento e' riconducibile a una sua mancata 'brillantezza' nella gestione del partito in citta' e' assolutamente risibile, soprattutto se si pensa che Lo Monaco e' stato sin dalla prima ora uno dei militanti e dirigenti piu' attivi in Sardegna". "La strana coincidenza tra destituzione di Lo Monaco e la sua adesione al Gay Pride cittadino", osserva Elio Azzera, coordinatore provinciale di Generazione Futuro, movimento giovanile di Fli, "allarma e preoccupa chi non e' entrato in Fli per assistere a un remake della vecchia e becera destra italiota".

Commenta Stampa
di Anna Carla Broegg
Riproduzione riservata ©