Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

E’ il convivente dell’ex moglie della vittima

Como: artigiano ucciso, l’omicida confessa


Como: artigiano ucciso, l’omicida confessa
23/02/2010, 21:02

COMO - Ha confessato ai carabinieri di essere l’assassino di Antonino Correnti, il cui cadavere è stato trovato questa mattina nella frazione Visino di Valbrona, in provincia di Como. Il corpo senza vita dell’uomo è stato rinvenuto in un parcheggio poco distante dalla sua abitazione. La vittima è un artigiano parquettista di 58 anni, nativo di Enna, ma residente a Valbrona, in provincia di Como. Il killer è Carlo D’Elia, 57 anni, attuale convivente dell’ex moglie di Correnti.
L’uomo ha confessato il delitto ai carabinieri e al Sostituto procuratore di Como Antonio Nalesso. Il delitto sarebbe avvenuto intorno alle 7 di questa mattina. D’Elia ha riferito ai militari di aver gettato l’arma utilizzata per uccidere Correnti, probabilmente una pistola, nel vicino lago del Segrino. L’arma però non è stata ancora trovata, i sommozzatori dei vigili del fuoco sono impegnati nelle ricerche. Dai primi rilevi effettuati dalle forze dell’ordine, sembrerebbe che Correnti sia stato colpito ripetutamente alla testa con un corpo contundente, ma i carabinieri non escludono che l’artigiano sia stato finito a colpi di arma da fuoco. Resta da chiarire il movente del delitto. Probabilmente l’uomo sarebbe stato ucciso per una questione di carattere economico legata al mantenimento del figlio disabile. Questa al momento la pista più battuta dagli inquirenti.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©