Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Como: imprenditore ucciso, la testa infilata nel sacco


Como: imprenditore ucciso, la testa infilata nel sacco
12/10/2009, 10:10

Omicidio nel comasco, con modalità abbastanza anomale. Antonio Di Giacomo, 46 anni, piccolo imprenditore residente a Colico, è stato trovato morto con la testa fracassata ed infilata in un sacco di cellofane a Tavernerio, provincia di Como. A scoprire il cadavere è stato il nipote, che l'ha trovato dentro il suo veicolo Mercedes Vito; ed è la persona per ora interrogata dalla Polizia che sta conducendo. A complicare le indagini c'è il fatto che Di Giacomo è risultato avere il cellulare spento sin da venerdì verso mezzogiorno e quindi si ignora cosa abbia fatto nel frattempo.
A gestire le indagini il Sostituto Procuratore Simone Pezzotti, che - coadiuvato dall'Ispettore Capo Giuseppe Schettino - ha proceduto a sentire amici, parenti e conoscenti di Di Giacomo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©