Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Voleva ricavarne il rame da vendere in nero

Como: tenta di rubare cavi elettrici, ma rimane fulminato


Como: tenta di rubare cavi elettrici, ma rimane fulminato
11/02/2010, 13:02

COMO - Ancora una volta un tentativo di furto di rame si conclude con una tragedia. E' quanto è avvenuto a Lurate Caccivio, comune in provincia di Como, all'ex fabbrica Larianella, ormai dismessa. Giuseppe Zuccalà, 35 anni, era entrato nell'edificio convinto che non ci fosse alcun pericolo e che i contatori fossero stati staccati. Quindi ha afferrato dei cavi elettrici, probabilmente per strapparli, portarli via e poi estrarne il rame. Ma erano cavi elettrici ancora collegati ad un contatore in funzione; e per di più erano ad alta tensione. Quando i 15 mila volt hanno cominciato a scorrergli nel corpo, era già tardi per qualsiasi intervento e l'uomo è morto carbonizzato, rimanendo letteralmente attaccato ai cavi stessi. Polizia e Vigili del Fuoco sono stati immediatamente chiamati, ma hanno potuto solo certificare la morte dell'uomo e cominciare le indagini per trovare il complice, che secondo le testimonianze era presente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©