Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Il centrodestra decide con 10 voti contro 8

Compravendita senatori: il Senato non sarà Parte Civile


Compravendita senatori: il Senato non sarà Parte Civile
05/02/2014, 15:44

ROMA - Nel processo che vede imputato a Napoli Silvio Berlusconi con l'accusa di aver corrotto il senatore Sergio De Gregorio durante la legislatura 2006-2008, il Senato non si costituirà Parte Civile. 

E' quello che è uscito dall'ufficio di Presidenza della Camera Alta, dove Scelta Civica e Popolari per l'Italia hanno unito i loro voti a quelli di Pdl, Lega, Ncd e Gal. In totale quindi 10 persone hanno detto di no, mentre le restanti 8 (Pd, Sel e M5S) hanno detto di sì. Ora la decisione finale spetta al Presidente Grasso, ma è prassi che in questi casi segua le decisioni dell'Ufficio di Presidenza. 

Resta la solita considerazione che ha accompagnato molti casi similari degli ultimi 20 anni: possibile che ogni volta che c'è un parlamentare implicato, la maggioranza del Parlamento si schieri sempre dalla parte dell'imputato? Quando per semplici motivi di etica il Parlamento dovrebbe sempre votare contro? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©