Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nuove unità per assistenti sociali, architetti e vigili

Comune di Napoli si rinnova, assunzioni per 561 giovani


.

Comune di Napoli si rinnova, assunzioni per 561 giovani
24/08/2009, 14:08

E’ tutto pronto per il concorso pubblico che  farà assumere presso il Comune di Napoli 561 giovani. I burocrati di San Giacomo stanno lavorando al bando che sarà ultimato per il mese di settembre. Parte fondamentale della riuscita burocratica del concorso sarà il numero di domande che arriveranno. L’amministrazione  comunale ha bisogno di 50 impiegati nel settore economico-finanziario, 165 assistenti sociali, 18 funzionari informatici e 50 tra ingegneri e architetti. Per quanto concerne il reclutamento, si valuta l’affidamento del concorso a un ente esterno in grado di garantire trasparenza e legalità attraverso l’individuazione di una serie di criteri oggettivi per ridurre al massimo il rischio di ricorsi e di irregolarità.  Molta attenzione sarà riservata ai giovani offrendo, in questo modo, concrete possibilità occupazionali alle nuove generazioni in un momento difficile per Napoli e l’intero Mezzogiorno.
I vincitori entreranno in un’apposita graduatoria che terrà conto dell’esperienza del corso-concorso Ripam del Formez. Da questo elenco verranno quindi scelti di volta in volta i soggetti da stabilizzare con l’impegno ad assorbirli tutti in tre anni, compatibilmente con il patto di stabilità e i vincoli di bilancio. Entro il 2009, comunque, si procederà subito all’assunzione di 50 lavoratori tra amministrativi, ragionieri, assistenti sociali e ingegneri. In questo modo Palazzo San Giacomo punta a colmare i vuoti creatisi in questi mesi a causa dei pensionamenti e della mobilità, peraltro impegnando un budget minore: i nuovi assunti avranno naturalmente un costo inferiore rispetto ai dipendenti che hanno raggiunto molti anni di anzianità. In secondo luogo si cercherà di rafforzare tutti i servizi di riscossione tributi e di lotta all’evasione e assistenza alle fasce deboli istituendo anche ulteriori servizi per i cittadini.
Fondamentale sarà il reclutamento dei vigili urbani: si tratta di un obiettivo inseguito da tempo dalle scorse amministrazioni ma mai attuato a causa delle difficoltà finanziarie dell’ente. L’inserimento nel Corpo di forze fresche consentirà, dunque, alla giunta e al comandante Luigi Sementa di procedere con minori difficoltà alla riorganizzazione della polizia municipale di pari passo con un’altra sfida che si fa ancora attendere, ovvero la riforma della macchina comunale.
Il piano di fabbisogno, comunque, è già operativo: a fine luglio, infatti, sono già state assunte a tempo indeterminato circa 270 maestre della scuola d’infanzia e degli asili nido. Sono inoltre previste progressioni verticali per rafforzare le relazioni con il pubblico e alcune mobilità in entrata per la polizia municipale e gli uffici amministrativi.
 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©