Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Comune, Partecipate, Palmieri (LpS): “Su Napolisociale segnali preoccupanti”


Comune, Partecipate, Palmieri (LpS): “Su Napolisociale segnali preoccupanti”
07/09/2011, 17:09

“Da dove si andranno a prendere i 30 milioni di euro necessari, secondo quanto dichiarato alla stampa dall’assessore D’Angelo, a ricapitalizzare per l’ennesima volta Napoli Sociale? E perché per mettere in campo un più che opportuno Piano Industriale è necessario attendere fine anno, allorché vi sarà il rinnovo delle cariche di governo della partecipata in questione?”

Così il capogruppo consiliare di Liberi per il Sud del Consiglio Comunale di Napoli, Domenico Palmieri, che aggiunge:

“Ci auguriamo che non sia questa la logica dell’annunciata politica di riforma delle partecipate e che l’improvvisazione o peggio la politica della non scelta, quella utile a lasciare le cose come stanno e che fino ad oggi ha caratterizzato il governo delle partecipate, lasci posto ad una seria ristrutturazione di questi enti. Ci attendiamo, dunque entro la fine dell’anno, che il sindaco porti in aula un quadro chiaro di ciò che si vuol fare, di una riorganizzazione che, almeno per ora, dobbiamo constatare, stenta ancora a prendere forma nella mente di chi dovrebbe realizzarla. Ci attendiamo il taglio netto e definitivo agli immancabili sprechi, una severa politica di accorpamenti e la dismissione o la chiusura di tutto ciò che non ha più ragione d’esistere”.

“E’ chiaro - conclude Palmieri - che quello delle partecipate rientra tra quei temi particolarmente delicati sui quali l’amministrazione si gioca la propria credibilità. Non solo nei confronti della città ma anche in consiglio comunale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©