Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora non stabilito se siano di origine umana

Concordia: ancora verifiche sui resti ossei trovati su nave


Concordia: ancora verifiche sui resti ossei trovati su nave
27/09/2013, 10:14

GROSSETO -  La struttura del Commissario delegato all'Emergenza Concordia, invitando ad "attendere pazientemente i risultati degli esami", ha comunicato che non è possibile ancora dire né se i resti ossei trovati nei pressi della nave Concordia questi siano di origine umana, né, tantomeno, riferirli a qualcuno in particolare".   Ad individuare le ossa nell'immersione iniziata alle 10 e conclusa alle 12 sono stati i sub delle Capitanerie e della Gdf, che assieme a quelli della Marina, della Polizia e dei Vigili del fuoco hanno iniziato martedì scorso a perlustrare le zone di mare fino a dieci giorni fa non accessibili: proprio in quel punto la Concordia poggiava sullo sperone di roccia che l'ha sostenuta per oltre un anno. I resti sono stati individuati in quella che sulle mappe di ricerca era indicata come "area 3 del centro nave", vale a dire la zona in prossimità del ponte 4, quello da cui furono calate le ultime scialuppe del lato di dritta e dove i sopravvissuti raccontarono di aver visto per l'ultima volta Maria Grazia e Russel.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©