Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Stasera la decisione

Concordia, pg Cassazione: "Schettino resti ai domiciliari"


Concordia, pg Cassazione: 'Schettino resti ai domiciliari'
10/04/2012, 13:04

ROMA - Il comandante della Concordia, naufragata tragicamente tre mesi fa, deve restare ai domiciliari. Questa la richiesta inoltrata dal il sostituto pg di Cassazione, Vincenzo Geraci, per Francesco Schettino. Sono stati rigettati i ricorsi presentati dalla procura di Grosseto e dalla difesa contro l’ordinanza del Riesame di Firenze che, il 6 febbraio scorso, confermò la misura dei domiciliari per l'ex comandante della Costa Concordia, affondata al largo dell'Isola del Giglio la sera del 13 gennaio scorso. Durante la camera di consiglio, durata due ore e mezza, il pg Geraci ha dunque condiviso la decisione del Riesame fiorentino, che confermò l'ordinanza del gip di Grosseto che aveva convalidato il fermo del comandante, concedendogli gli arresti domiciliari.
La procura di Grosseto, ha chiesto che Schettino torni in carcere, mentre la difesa ritiene insussistenti le esigenze cautelari. Durante la camera di consiglio, la Corte, presieduta da Pietro Antonio Sirena, ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal Codacons, costituitosi parte offesa, che si associava alle richieste della procura di Grosseto. Schettino e' indagato per naufragio colposo, omicidio colposo plurimo e abbandono di persona minore o incapace, nonché di aver abbandonato la nave e di aver fornito comunicazioni non corrette alla Capitaneria di Porto. La decisione dei supremi giudici è attesa per stasera o, al massimo, domattina.
 

Commenta Stampa
di GB
Riproduzione riservata ©