Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Anticipazioni de “La Stampa” su perizia scatola nera

Concordia: Schettino dopo impatto: "Madonna ch'aggio cumbinato"

La Compagnia Costa sapeva sin dall’inizio dell’”inchino”

Concordia: Schettino dopo impatto: 'Madonna ch'aggio cumbinato'
06/09/2012, 16:09

ROMA  -  Anticipati alcuni stralci,  dal quotidiano La Stampa,  della perizia suppletiva sulla scatola nera della  Costa Concordia, facendo scaturire nuovi dettagli sui dialoghi avvenuti in plancia di comando quella notte durante il naufragio della nave da crociera davanti  l’isola del Giglio. Secondo quanto sottolinea il quotidiano,  la Costa sapeva del cosiddetto inchino già dalla partenza dell’imbarcazione. Alle ore 18.27, infatti, poco dopo la partenza da Civitavecchia, Schettino annuncia: "amm'a fa' l'inchino al Giglio"; poco dopo l'addetto alla cartografia dice al primo ufficiale: "Giova', per la pratica hai avvisato?". E l'altro risponde: "Ah, per il passaggio al Giglio...". Alle 21.51 Schettino ha gia' idea della tragedia in corso poiche' al telefono con il direttore della sala macchina, Giuseppe Pillon, afferma: "E allora stiamo andando a fondo praticamente, non l'ho capito?". Tre minuti dopo, comanda di informare i passeggeri che "c'e' stato un blackout", senza pero' riferire dell'impatto. E alle 21.56 e 19 secondi, rivolto al manager delle emergenze di Costa Crociere, Roberto Ferarrini, confessera': "Roberto ho fatto un casino!". Subito dopo chiama la moglie Fabiola e le dice, accorato: "Fabi', ho finito la mia carriera di comandante". Ma l'anima da guascone riemerge poco dopo. "Abbiamo urtato su un basso fondale", spiega alla moglie. "La nave si e' inclinata ma sto facendo una bella manovra... e' tutto sotto controllo". Sempre da quanto si legge sul quotidiano, Schettino avrebbe avuto fin da subito la percezione della gravità dell’accaduto, anche se non sapeva ancora che sarebbe costato la vita a 32 persone. "Madonna ch'aggio cumbinato": queste le sue parole alle 21.45 e 22 secondi del 13 gennaio.  La Costa Concordia ha appena impattato contro lo scoglio davanti l'Isola del Giglio.  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©