Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il giornalista colpito da emorragia cerebrale

Condizioni disperate per Sposini, ora in sala operatoria

Amici e colleghi accorsi al suo capezzale

Condizioni disperate per Sposini, ora in sala operatoria
29/04/2011, 18:04

ROMA – Sembrava un semplice malore ed invece le condizioni di Lamberto Sposini sono molto gravi. Il giornalista e conduttore de “La vita in diretta” è attualmente ricoverato al Gemelli di Roma, dove è appena stato sottoposto ad una delicata operazione per rimuovere l’emorragia cerebrale che lo ha colpito oggi intorno alle 14, poco prima dell’inizio della trasmissione. Dal momento in cui si è sentito male, Sposini non ha mai ripreso conoscenza.
Incredula Mara Venier, sua collega nel salotto tv di RaiUno, che inizialmente aveva rassicurato il pubblico: “sta migliorando”, aveva detto la Venier. Invece, il quadro clinico di Sposini è peggiorato nel primo pomeriggio, tanto che il programma è stato interrotto all’improvviso alle 17 dopo il telegiornale.  
Al Gemelli sono accorsi colleghi ed amici del giornalista: tra i primi, Enrico Mentana, che con Sposini ha lavorato per anni al Tg5, il direttore Rai Paolo Garimberti, Mauro mazza, direttore di RaiUno, Lucia Annunziata e Massimo Giletti. Mentre nessun bollettino ufficiale è stato ancora diramato, su Internet numerosi “sciacalli” hanno creato una pagina di Wikipedia nella quale il conduttore risultava già morto. Un gesto di cattivo gusto, per fortuna immediatamente bloccato dai gestori.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©