Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Crisi lontana, quest'anno si spenderà di più

Confcommercio: Natale sobrio ma non da crisi


.

Confcommercio: Natale sobrio ma non da crisi
11/12/2009, 16:12

NAPOLI - Si prevedono acquisti e festeggiamenti all'insegna della sobrietà per il prossimo Natale: una ricorrenza che quest'anno sarà vissuta in maniera più serena dalle famiglie italiane, al riparo dalle ristrettezze della crisi. Confortano le dichiarazioni di Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, il quale parla di un diffuso ''clima di fiducia delle famiglie", rafforzato da una maggiore "propensione ai consumi". "Lo stesso atteggiamento delle imprese - aggiunge Sangalli - appare in costante miglioramento. Questo ci fa dire che a dicembre si vedrà un Natale sobrio, non certamente un Natale di crisi." ''Il nostro indicatore dei consumi - ha continuato - ci dice che per il quinto mese consecutivo si conferma un timido segnale positivo. Questo è un dato certamente confortante, anche se va letto con la dovuta cautela perché il confronto viene fatto con il secondo semestre del 2008 che, come tutti sanno, è stato debolissimo."
Per quanto concerne l'andamento dei diversi settori, il presidente di Confcommercio evidenzia un "ritorno alla tradizione" attraverso "i prodotti di qualità, i vini, la riscoperta del libro, del capo di abbigliamento originale, la telefonia."
A conferma di questi dati anche l'andamento delle vendite nel capoluogo campano: gli esercizi commerciali di via Filangieri, via Dei Mille e dintorni - il cosiddetto "salotto buono" di Napoli - in questi giorni che precedono il Natale hanno a che fare con una clientela ancora piuttosto cauta negli acquisti, ma con l'approssimarsi dei giorni di festa si prevede un incremento delle vendite: segno che i tempi di crisi sono ormai superati.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©