Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E'la Diana Immobiliare, dopo la LM Management

Confermato il fallimento in appello per Lele Mora


Confermato il fallimento in appello per Lele Mora
02/03/2012, 16:03

MILANO - Continuano a piovere tegole sulla testa di Lele Mora. Questa volta da parte del Tribunale di Appello di Milano, che ha confermato il fallimento della società Diana Immobiliare, gestita da Mora usando la figlia Diana come prestanome. La sentenza inoltre condanna l'ex manager al pagamento di 7000 euro di sanzione, mentre la società Diana dovrà pagarne 6000.
Si tratta del secondo fallimento, per Lele Mora, dopo quello della LM Management. Inoltre attualmente Mora è in carcere dopo aver chiesto un patteggiamento a 4 anni e mezzo di reclusione (pena non ancora definitiva perchè ha fatto ricorso in Cassazione) ed è sotto processo, sempre a MIlano, per sfruttamento della prostituzione, anche minorile, perchè accusato di aver fornito delle ragazze all'ex premier Silvio Berlusconi, ottenendo in cambio denaro in prestito (di cui una parte è rimasto nelle tasche di Emilio Fede).

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©