Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Confessa il fidanzatino di Fabiana:'l'ho uccisa a coltellate”


Confessa il fidanzatino di Fabiana:'l'ho uccisa a coltellate”
26/05/2013, 18:05

CATANZARO  -  Confessione - choc del diciassettenne che a Corigliano Calabro ha ucciso al culmine di una lite la fidanzata, Fabiana Luzzi, di 16 anni:   "'L'ho uccisa a coltellate e poi ho bruciato il suo corpo quando era ancora viva".  Queste le parole lapidarie del giovane rilasciate agli inquirenti mentre lo interrogavano. Il folle gesto del giovane al culmine di una lite, sfociato  con   una serie di fendenti  che non hanno dato scampo alla vittima.

Il ragazzo ha rivelato i particolari sconvolgenti dell'omicidio al pm della Procura della Repubblica di Rossano Maria Vallefuoco, che lo ha interrogato su delega della Procura dei minorenni di Catanzaro.

 Ha detto che aveva incontrato la ragazza per chiarire alcuni aspetti del loro rapporto. Una relazione che era molto travagliata e che era ripresa da poco dopo un periodo di separazione. E' stato lo stesso ragazzo, nella tarda serata di ieri, a indicare dove si trovava il cadavere, abbandonato in una zona isolata poco distante dall'istituto per ragionieri frequentato dalla vittima, dove l'omicida era andato a prendere la fidanzata.

 Il ragazzo ha raccontato che venerdì sera, dopo essersi incontrato con la fidanzata, si è appartato con lei in una strada isolata nelle vicinanze dell'istituto. Il minore ha poi detto di avere avuto la lite con la ragazza motivata da una serie di contrasti che andavano avanti da tempo ed erano stati la causa della temporanea separazione e di averla poi colpita con un coltello che si era portato apposta.

Non è escluso, a questo punto, che l'omicida avesse premeditato tutto. Ma su questo ed altri punti della vicenda sarà l'inchiesta della Procura dei minorenni di Catanzaro a chiarire tutto.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©