Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

CONFORTOLA AL CAMPO BASE, MA LE NUVOLE BLOCCANO I SOCCORSI


CONFORTOLA AL CAMPO BASE, MA LE NUVOLE BLOCCANO I SOCCORSI
05/08/2008, 11:08

Le condizioni meteorologiche impediscono agli elicotteri di giungere in soccorso di Marco Confortola, l’alpinista valtellinese unico scampato alla tragedia del K2 durante la quale hanno perso la vita 11 persone. Messosi in cammino intorno alle 2.30 di questa notte, le 6.30 locali, dal campo uno dove ha trascorso la notte, Confortola ha percorso circa 600 metri in discesa, raggiungendo il campo base avanzato a circa 5.300 metri di altitudine. Scortato da tre portatori, dall’alpinista americano George Djmorescu, dal medico statunitense Eric Meier e dal compagno di spedizione Mario Panzeri, che lo ha raggiunto in mattinata, Marco Confortola attende ora i soccorsi. “Sto bene” – ha detto comunque il 37enne valtellinese al presidente del comitato EV-K2-CNR di Bergamo, Agostino Da Polenza. “La sua voce era chiara e limpida - ha confermato Da Polenza, coordinatore dei soccorsi - anche se Marco inizia ad accusare dolori agli arti inferiori per il principio di congelamento. E’ normale, visto che più si scende più la temperatura si riscalda è anche buon segno perché significa che le terminazioni nervose sono attive”.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©