Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La norma contenuta nel Jobs Act

Consulta: incostituzionale calcolo indennità per licenziamenti illegittimi


Consulta: incostituzionale calcolo indennità per licenziamenti illegittimi
26/09/2018, 14:29

ROMA - La Corte Costituzionale ha eliminato un altro pezzo del Jobs Act, quello relativo al calcolo dell'indennità in caso di licenziamento illegittimo. La norma prevedeva l'equivalente di due mesi di stipendio per ogni anno di servizio, col minimo di 4 mesi e il massimo di 24 mesi. Il decreto "dignità" varato dall'attuale governo prima dell'estate ampliava questa forchetta, portando il minimo a sei mesi e il massimo a 36 mesi, ma lasciando intatto il meccanismo. Un meccanismo comunque penalizzante per il lavoratore, soprattutto se di lungo corso. 

Secondo la Corte Costituzionale, "la previsione di un'indennità crescente in ragione della sola anzianità di servizio del lavoratore è, secondo la Corte, contraria ai principi di ragionevolezza e di uguaglianza e contrasta con il diritto e la tutela del lavoro sanciti dagli articoli 4 e 35 della Costituzione". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©